Indimenticabile la scena di “Un americano a Roma” in cui Sordi, nei panni di “Nando Moriconi”, giovanottone di borgata con la “fissa” dell’America, a cavalcioni di una sedia impagliata, vestito di t-shirt bianca alla James Dean e blue jeans, respinge il piatto di pasta lasciatogli dal padre sul tavolo della cucina in favore di cibi americani o presunti tali, mostarda, yogurt, marmellata: “Macaroni! …uhm… maccarò! Questa è robba da carettieri. I nu’ mangio macaroni, io so’atto fumante, l’Albertone dal cuore profondamente mediterraneo e italiano cede: “Macarò… m’hai provocato e io te distruggo, macaroni! I me te magno!”.
Ecco allora che la bestia costringe il cosiddetto Capitano a recitare l’italiano che si ingozza di pasta, ma Alberto Sordi faceva ridere, questa messa in scena dei video del signor S. con le tagliatelle mostra solamente quanto triste sia la politica, ormai avvilita a buffonata.
Leggi tutto
pasta

Pasta