“La prima edizione si è svolta il 20 maggio 1990 nel comune bergamasco di Pontida; durante la festa intervengono i maggiori esponenti della Lega Nord. Sul “sacro suolo“, come veniva definito dai leghisti un prato lungo la strada statale 342, veniva issata la bandiera della Padania e veniva suonato il “Va, pensiero” di Giuseppe Verdi, scelto quale inno della Padania.
Inoltre, durante il raduno di Pontida del 2008, si è svolto il giuramento di un rappresentante nazionale della Lega Nord (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia, Romagna, Trentino, Alto Adige, Veneto, Friuli, Marche, Umbria, Toscana) nelle varie lingue e dialetti all’Abbazia di Pontida con le seguenti parole: «Oggi, sul sacro suolo di Pontida di fronte alla sua millenaria abbazia e alla sua storia, dopo otto secoli or sono i nostri comuni riunirono in lega e giurarono di combattere contro il potere straniero noi rappresentanti dei popoli padani si giura di difendere la libertà dei nostri popoli padani dal potere romano e ciò si fa giurare anche ai nostri figli»”.
(Fonte: Wikipedia)

Di questo giuramento nelle ultime edizioni si sono perse le tracce. “Prima gli Italiani” e tricolore nella affollatissima edizione 2019. La bestia posta a tutto spiano lo spettacolo, compresa l’esibizione di una bambina undicenne – “non di Bibbiano” – in braccio al cosiddetto Capitano e mostrata come un trofeo.
(Fonte: Il Post, 20 settembre 2019)

Leggi tutto
pontida

Pontida