Tanti nemici, tanto onore!”, così postava a luglio 2018 il cosiddetto Capitano. Nonostante sia evidente il richiamo fascista della frase, in realtà il motto di Mussolini non era “tanti nemici”, ma “molti nemici”, tuttavia il senso è quello.

La bestia posta la parola “onore” a tutto spiano: “onore ai nostri sindaci”, “onore agli Amici Veronesi”, “onore a chi difende i nostri confini”, “onore alle donne uomini della polizia”, “onore alla polizia locale”, “onore ai nostri Eroi italiani, medici infermieri e personale sanitario”, “onore e grazie ai nostri alpini”, “onore a Mario Giordano”, “onore a Pannella”, “onore a Brumotti”, “onore a Laura Pausini e Nek”, “onore ai martiri delle foibe massacrati dai comunisti”.
Il messaggio è questo: se il signor S. onora gli alpini, e gli alpini sono amati da tutti, allora il signor S. è a sua volta da amare. Non importa che alpini, medici e persino i poveri morti delle foibe non abbiano alcun bisogno che sia loro riconosciuto l’onore da un post su Facebook.
L’importante è usare queste immagini per fare tanti like.

Leggi tutto
onore

Onore