SABATO e DOMENICA 1.500 GAZEBO in 1.000 COMUNI, in tutta Italia, per iscrivervi alla Lega Nord e a “Noi con Salvini”!
Mandiamo a casa Renzi! INSIEME si può!”.

Poca cosa rispetto ai gazebo dell’epoca Bossi: “43 simboli, 1.176 candidati: dai comunisti padani, ai postfascisti padani, passando per i moderati liberali di Gnutti e i laburisti di Formentini. Per le “elezioni padane” di domani i numeri, a parole, sono anche più imponenti del solito, ma oggi contano poco. Se all’ ultimo referendum fatto in casa dalla Lega (25 maggio) c’ erano 11 mila e 500 gazebo e tra i cinque e i sei milioni di votanti, dichiarati dalla Lega Nord, ora le previsioni leghiste vanno al raddoppio: 22 mila gazebo montati nelle 46 province interessate, 70 mila tra iscritti alla Lega e simpatizzanti impegnati, e come va ripetendo Umberto Bossi “venti milioni di elettori mobilitati”.
(Fonte: La Repubblica, 25 ottobre 1997)

In realtà cosiddetto Capitano, all’epoca ‘comunista padano’, quella Lega la vuole fare dimenticare. La comunicazione la gestisce la bestia con lo spettacolo continuo di un uomo solo.

Leggi tutto
gazebo

Gazebo